Tre domande all’autore con racconto inedito: Laura Bosio, la scrittura come pensiero
Interviste/Racconti

Tre domande all’autore con racconto inedito: Laura Bosio, la scrittura come pensiero

a cura di Bruno Nacci 1. Oggi sembra tramontata la stagione dei grandi sistemi che pretendevano di spiegare e governare le vicende letterarie (l’impegno politico, lo strutturalismo, il decostruzionismo ecc.), cosa pensi della sopravvivenza nell’era di internet e più in generale della civiltà delle immagini della narrativa? La narrativa a me non sembra incompatibile con … Continua a leggere

Tre domande all’autore con racconto inedito: Graziano Versace, la realtà ambigua
Interviste/Racconti

Tre domande all’autore con racconto inedito: Graziano Versace, la realtà ambigua

a cura di Bruno Nacci 1) La tua narrativa è legata a una visione del mondo al tempo stesso realistica e aperta a un significato nascosto o inquietante, come in Tutto il mondo dentro, dove razionalità e magia convivono in una comune attenzione all’uomo concreto. Come spieghi questa doppia appartenenza? Si spiega grazie alla mia passione … Continua a leggere

Due domande all’autore con racconto inedito: “L’Amante” di Cristina Annino
Interviste/Racconti

Due domande all’autore con racconto inedito: “L’Amante” di Cristina Annino

a cura di Alessandro Polcri Una breve intervista a Cristina Annino e un suo racconto inedito offerti per aprire su Samgha un nuovo spazio di riflessione sulla narrativa. Si tratta di brevi affondi nella produzione in prosa di significativi autori contemporanei (alcuni, come Cristina, anche poeti) accompagnati dalle loro riflessioni critiche. Cristina Annino ha scritto numerosi racconti quasi tutti inediti e … Continua a leggere

Come il cinema rappresenta il possibile
Cinema/Saggi

Come il cinema rappresenta il possibile

Soglie ed interstizi: lo spazio e il tempo come rappresentazioni del possibile nel cinema di Silvia Tripodi * In che modo il cinema rappresenta il possibile? In che modo un oggetto cinematografico rappresenta un evento? Una storia,  ossia ciò che nella realtà è strutturato da fatti, diviene nella macchina-cinema un luogo interstiziale percepibile attraverso lo svolgimento … Continua a leggere

Quando Pirandello disse: “Ich bin ein Berliner”
Saggi

Quando Pirandello disse: “Ich bin ein Berliner”

di Stefano Gulizia A volte è un buon esercizio culturale quello di immaginare plausibili conversazioni tra intellettuali e il loro dispiegarsi sullo sfondo di specifiche circostanze storiche; è un’abitudine che ricorda la tecnica della doppia esposizione agli albori della fotografia, come in questo scatto di Lyonel Feininger, che fu preso a Halle nel corso degli … Continua a leggere

I figli della globalizzazione
Interviste

I figli della globalizzazione

di Enrico Minardi Patric Jean è un documentarista di origine belga noto, soprattutto nel mondo francofono, per opere che mostrano, senza compromessi e con grande coraggio ed intelligenza, le trasformazioni sociali indotte, nei ceti più deboli, da quel complesso fenomeno noto sotto il nome di globalizzazione. Ad un primo mediometraggio consacrato alla propria terra, il … Continua a leggere

Suggestioni dal Giappone: Shinya Tsukamoto
Cinema/Saggi

Suggestioni dal Giappone: Shinya Tsukamoto

di Silvia Tripodi *   “ La metamorfosi dell’immagine: questo è avvicinarsi alla verità.” (Shinya Tsukamoto) È possibile riscontrare una chiave di lettura sicuramente originale ed inedita dell’applicazione del digitale alla tecnica cinematografica, nelle opere del regista nipponico Shinia Tsukamoto, che nella sua trilogia sfata il mito dell’effetto speciale, manipolandolo secondo princìpi che risalgono ad un preciso linguaggio … Continua a leggere

Il Qui e Ora nella scrittura: il buddismo e la letteratura
Speciali

Il Qui e Ora nella scrittura: il buddismo e la letteratura

diDianella Bardelli* Scrivere non è denominare le cose, dare loro dei nomi. Scrivere è prendere coscienza delle cose: cose percepite con i sensi, emozioni, ricordi, idee, ispirazioni. Nella Poesia e Prosa Spontanea esperienza e parola coincidono, ovvero si tende a fare in modo che coincidano. Come dire che avere esperienze significa, tramite la scrittura, averne … Continua a leggere

Le maniglie della memoria in una novella di Zweig
Mitteleuropa/Saggi

Le maniglie della memoria in una novella di Zweig

di Stefano Gulizia Conoscevo una anziana signorina che abitava in due stanze riccamente ammobiliate al secondo piano di una palazzina liberty sul lato destro della Cinquantasettesima strada a Manhattan, non lontano dalla Carnegie Hall. Per vivere faceva l’affittacamere; un suo fratello minore, grassoccio e assai più giovane di lei, portava a passeggio i cani dei … Continua a leggere

Lo specchio di Lichtenberg
Filosofia/Saggi

Lo specchio di Lichtenberg

di Giuseppe Savarino «E’ molto raccomandabile il metodo di prendere appunti in un libretto. Non bisogna disperdere nessuna frase e nessuna espressione. La ricchezza si acquista anche con il risparmio delle verità da due soldi» (Lichtenberg, Lo scandaglio dell’anima, F 1219, pag. 399). Il gobbo di Gottinga, Georg Christoph Lichtenberg (1742-1799), mezzo scienziato e mezzo … Continua a leggere

Otto Gross: Eros e Rivoluzione
Mitteleuropa/Saggi

Otto Gross: Eros e Rivoluzione

di Luca Ormelli «Fuggi da quanto ha già forma/agli aperti reami delle forme possibili» [Goethe, Faust, vv. 6276-6277]. «La psicologia del profondo è la filosofia della rivoluzione, vale a dire che è chiamata a diventare il fermento della rivolta all’interno della psiche, il processo di liberazione dell’individualità, tenuta a freno dal proprio inconscio. E’ chiamata a … Continua a leggere

La versione di Adorno, ovvero il ricatto dell’avanguardia
Musica/Saggi

La versione di Adorno, ovvero il ricatto dell’avanguardia

di Francesco Bausi* È uscito da alcuni mesi in Italia un interessante CD contenente musiche poco note di Samuel Barber. Dell’americano Barber (1910-1981) il vasto pubblico conosce solo l’Adagio per archi (1936/38), reso celeberrimo dal cinema (Platoon di Oliver Stone, ad esempio) ed eseguito in passato ai funerali di grandi personalità della politica e della … Continua a leggere

Puccini al Duck Pass
Musica/Saggi

Puccini al Duck Pass

di Stefano Gulizia I. L’ultima volta che si vede Minnie, nel terzo atto della Fanciulla del West di Giacomo Puccini, una forte turbolenza emotiva e un diffuso senso di stanchezza anche teatrale contrastano con le ambizioni della Corsa all’Oro—in un momento di sprigionamento delle energie sociali che ha pochi equivalenti in America: nei primordi del … Continua a leggere

Senza categoria

Io non sono qui: Christoph Friedrich Heinle

di Luca Ormelli «Le ore che contengono la forma/sono trascorse nella casa del sogno» [Walter Benjamin, Strada a senso unico] «Invano tra loro cercherai il poeta./Guarda, sull’orlo della grande via rocciosa/dove, in improvviso rovinio, le rocce/eternamente rimbalzano giù nel profondo buio./Guarda, sull’orlo dello spaventoso abisso/scorgerai uno che, senza preoccupazioni,/sta tra la notte e la vita … Continua a leggere

Senza categoria

La letteratura e le Scritture. Di Baroni, svenimenti e Notari. Cronica tragicomica di un convegno accademico su Bibbia e Letteratura

havel havalim Il povero monaco fu ospitato in uno splendido ostello la sera prima. L’aria era fresca e le stelle facevano settembre e non brina. La stessa mattina dopo avrebbe dovuto disputare con i sapienti della Scaligera Accademia alla Biblioteca Civica e con alcuni altri illustri Dottori venuti da ogni parte del Regno. Si addormentò, … Continua a leggere

Senza categoria

Umana avventura

La prenderò alla lontana. Forse alcuni di noi si scordano da dove provengono, quando sono partiti e cosa li ha spinti verso un lato del mondo. A me pare che coloro che meno si scordano di queste memorie siano gli scrittori, i grandi scrittori. Un  grande scrittore lo si riconosce sicuramente dallo stile, dalla voce, … Continua a leggere

I libri migliori

Verso l’assoluto nulla: la “Filosofia della redenzione” di Philipp Mainländer secondo Fabio Ciracì

di Luca Ormelli Ricorreva in questi giorni (più precisamente il 17 ottobre) il centenario della volontaria scomparsa di Carlo Michelstaedter, il geniale goriziano autore de La persuasione e la rettorica, oggetto di continua revisione ed inarrestabile rivalutazione. Al contrario, su Philipp Mainländer, al secolo (diciannovesimo) Philipp Batz (1841-1876) nessun volume monografico è mai stato reso … Continua a leggere

Senza categoria

La Rivoluzione della Rivelazione di René Daumal: parte 3 – Signori, si scende

di Luca Ormelli E’ in una lettera del 24 febbraio 1940 indirizzata a Raymond Christoflour che René Daumal [il quale, come ci rammenta Rugafiori a pagina 11 della sua “Premessa” a Il lavoro su di sé era: «condannato (sin) dal 1939 dalla medicina, tubercolotico da una decina d’anni (ne aveva allora trenta), malato grave, riuscì … Continua a leggere

Senza categoria

La Rivoluzione della Rivelazione di René Daumal: parte 2 – Dalla patafisica alla metafisica

di Luca Ormelli «Non voglio saper niente che io non abbia pagato per sapere». Così si esprime René Daumal ne La Gran Bevuta [Adelphi, Milano, 1997, p. 146] un «lungo racconto, scritto nel 1935 e pubblicato nel 1938, in cui si vede sfilare tutta una serie di errori viventi, nei quali ognuno può riconoscere i … Continua a leggere

Senza categoria

La Rivoluzione della Rivelazione di René Daumal: parte 1 – La Rivoluzione è Il Gioco

di Luca Ormelli E’ un percorso, meglio una via quella su cui Daumal s’incammina che attraverso un fulmineo ed incendiario trentennio o poco più (nasce Egli infatti nel 1908 per morire fatalmente consunto di tisi nel 1944) percorre una vicenda umana oltreché artistica che lo porterà ad abbracciare con bruciante passione l’avanguardia per condursi sempre … Continua a leggere

Senza categoria

Gli autori invisibili

da sinistra a destra: Elena Rolla, Ilide Carmignani, Rossella Bernascone e Susanna Basso di Paola Ghigo Ilide Carmignani, Gli autori invisibili. Incontri sulla traduzione letteraria, Besa Editrice, 2008, prefazione di Ernesto Ferrero, 179 pp, 14 euro. Ilide Carmignani – docente e traduttrice dallo spagnolo, che da dieci anni organizza gli incontri dell’autore invisibile al Salone … Continua a leggere

Senza categoria

Touching from a distance: Ian Curtis e Boris Ryzhy

di Luca Ormelli Ian Curtis (1956-1980): Ian Curtis nasce nel 1956 a Stretford nel Lancashire (Manchester). La sua fama e notorietà, tali da rendere esornativo ripercorrerne la biografia, è dovuta alla sua militanza in qualità di frontman e liricista del gruppo rock dei Joy Division. Boris Ryzhy (1974-2001): Boris Ryzhy nasce nel 1974 a Čeljabinsk-40 … Continua a leggere

Senza categoria

Emanuel Carnevali. L’incompiuta ricerca di «visioni di salvezza»

di Antonio Spadaro S.I. «Carnevali è una bomba che esplode entro la nostra cultura d’oggi»[1], così Maria Corti commentava nel 1978 la prima pubblicazione in Italia degli scritti di Emanuel Carnevali. «Bruno, dal colorito olivastro, dagli occhi neri e ardenti»[2], considerato il «poeta maledetto» dell’immigrazione italiana negli Stati Uniti, accostato spesso ad Arthur Rimbaud e … Continua a leggere

Senza categoria

Contro il realismo

di Lorenzo Muccioli E’ uscito in questi giorni il Meridiano Mondadori dedicato a Emile Zola, una summa completa e ordinata dell’immensa produzione dello scrittore francese. Leggiamo in quarta di copertina: «Primo carattere distintivo dell’edizione è la qualità delle traduzioni, quasi tutte nuove e condotte – con criteri condivisi – da traduttori di prestigio. Un secondo … Continua a leggere

I libri migliori

Friedrich Hebbel: la forma e la morale dell’ego

di Luca Ormelli «Noi uomini siamo pensieri congelati di Dio, il fuoco interiore, ispiratoci da Dio, lotta con il gelo che ci circonda come un corpo, o riesce a scioglierlo, oppure viene soffocato – in entrambi i casi l’uomo muore» [2633]. Di Friedrich Hebbel (1813-1863) il lettore italiano dispone di ben pochi titoli voltati nella … Continua a leggere

Senza categoria

Il tempo degli aforisti serbi

di Fabrizio Caramagna*   A poche migliaia di chilometri del nostro paese, in Serbia, c’è uno dei movimenti letterari più importanti e meno conosciuti nel panorama letterario: il Circolo aforistico di Belgrado (in serbo Beogradski aforističarski krug). Nato agli inizi degli anni 80 a Belgrado, come associazione spontanea di scrittori e aforisti guidati da Aleksandar … Continua a leggere

I libri migliori

Il potere dei miracoli e i miracoli del potere nella Francia del Seicento

Lo scontro, durato un’ottantina d’anni, tra la piccola comunità di religiose di Port Royal (due conventi, uno a Parigi, l’altro non lontano da Versailles) con il loro seguito di solitaires e sostenitori (tra cui Saint Cyran, sodale di Jansénius,  il teologo e filosofo Antoine Arnauld, strenuo difensore del convento, Blaise Pascal, le due sorelle, Angélique … Continua a leggere

Senza categoria

Henri-Frédéric Amiel o Dell’Indifferenza

di Luca Ormelli* «Non tengo ad avere lettori; desidero soltanto meritare d’esser letto» [8 febbraio 1871]. Miguel de Unamuno e Guido Morselli. Che cosa mai possono avere in comune autori così lontani vuoi per cronologia vuoi per biografia vuoi, soprattutto, per intensità devozionale? Henri-Frédéric Amiel. Chi era costui? Attingo alla prefazione del prezioso volume che … Continua a leggere

Senza categoria

Jakob Lorber, “lo scrivano di Dio”

di Ivan Crico[*]   Negli ultimi decenni gli scaffali delle nostre librerie si sono riempiti di centinaia di libri dedicati a figure carismatiche, da Padre Pio a Yogananda, fino ad arrivare a vere e proprie star internazionali che si sono arricchite vantando contatti con l’aldilà o capacità terapeutiche miracolose. Poco o nulla si parla, invece, … Continua a leggere

I libri migliori

Poesia, vita e pensiero magico in Gérard de Nerval

 di Bruno Nacci*     A Graziella e Giancarlo, amici Dobbiamo a Gérard de Nerval, uno dei massimi scrittori dell’ottocento, un’attenzione non casuale o puramente erudita nei confronti del pensiero magico. La sua opera e la sua vita, strettamente connesse come egli volentieri ammetteva, confermano questa predilezione che ha il sapore di una sfida ma, … Continua a leggere

Un maestro di resistenza. Mario Martelli: filologia, verità e letteratura
Poesia/Saggi

Un maestro di resistenza. Mario Martelli: filologia, verità e letteratura

di Alessandro Polcri* La nostra vicenda si va dunque accordando con quella celeste […]. Mario Martelli, Frammento d’un diario del ’72**. Credo che domandarsi cosa significhi davvero la parola maestro oggigiorno non sia ozioso[1]. Di maestri si ha sempre più bisogno e occorre riconoscerli e farli conoscere. L’Italia è un paese soffocato dalle scuole e … Continua a leggere