Influenze michelangiolesche nella certosa di Serra San Bruno
Saggi

Influenze michelangiolesche nella certosa di Serra San Bruno

di Dario Puntieri* Poco rimane oggi della prima fondazione certosina in Italia voluta da san Bruno di Colonia nel 1091. Il terreno per edificare l’eremo fu concesso al santo e ad altri monaci da Ruggiero di Altavilla pochi anni prima. La certosa, ricostruita alla fine dell’Ottocento per volontà dell’Ordine Generale, con l’intento di conservare le … Continua a leggere

In che senso i qualia sono una mappa cognitiva?
Saggi

In che senso i qualia sono una mappa cognitiva?

di Umberto Brivitello* Amo la regola che corregge l’emozione, amo l’emozione che corregge la regola (Georges Braque) Gran parte delle attuali teorie formulate nel tentativo di districare il dibattito sulla natura della coscienza, sembrano fornire soluzioni necessariamente incentrate su modelli che, partendo dal tentativo di essere esaustivi ad un certo livello di analisi, inevitabilmente finiscono … Continua a leggere

Tempo, Coscienza e Complessità. Viaggio dalla materia al vivente, e ritorno
Saggi

Tempo, Coscienza e Complessità. Viaggio dalla materia al vivente, e ritorno

di Ignazio Licata Tempo e Coscienza. Perché un fisico dovrebbe occuparsi del tempo della coscienza? Più che dal tradizionale “imperialismo” dei fisici, che tendono ad occupare ogni spazio scientifico disponibile colonizzandolo con i loro strumenti, l’intervento è qui reso necessario da una serie di fraintendimenti e false polemiche che rivelano ancora una volta il grado … Continua a leggere

Il trauma e il nulla: sequenze verso l’anti-climax
Cinema/Saggi

Il trauma e il nulla: sequenze verso l’anti-climax

di Silvia Tripodi Tra lo scrivere sul trauma e lo scrivere il trauma, esiste di solito un rapporto di contrappunto: il primo mette l’accento sull’oggettività, il secondo invece sulla soggettività. Rispettivamente oggettivazione e consapevolezza, riorganizzazione degli eventi di fronte a una forma dialogica; processo cognitivo il primo, affettivo il secondo; questa distinzione può aiutarci a … Continua a leggere

Un’odissea allucinata e feroce: Odessa II
Speciali/Travelogue

Un’odissea allucinata e feroce: Odessa II

di Marco Faini * Quanta eleganza nell’Odessa neoclassica, nell’armonia del Municipio con il bel colonnato di un bianco abbacinante, nel Museo Archeologico con la splendida collezione di reperti greci a ricordare che siamo in una zona di vivacissima cultura tardoellenica. Colpisce l’odore dei musei, qui ad Odessa. L’odore familiare e da tempo rimosso di case … Continua a leggere

Dalla critica del  ‘paradosso meccanicista’ del romanzo “Brave New World” all’ideale della rappresentazione cubista
Saggi

Dalla critica del ‘paradosso meccanicista’ del romanzo “Brave New World” all’ideale della rappresentazione cubista

  di Fabio Atzori* E’ certamente un controsenso  tacciare il romanzo BNW di scarsa qualità letteraria o rinfacciare ad Aldous Huxley una limitata perspicacia rispetto all’avvento dell’era atomica. La lungimiranza della sua analisi infatti sembra averla spuntata sulla faciloneria di una certa critica letteraria, che dobbiamo necessariamente ritenere intaccata  dalle insidie  di una stasi  ideologica. … Continua a leggere